MOODBOARD

La MOODBOARD (dall’inglese mood “umore”, e board “tavola”) è una tavola A4-A3 contenente una serie di immagini unite tra di loro, come in un collage, che serve a mostrare in un formato visivo un progetto e i concept ad esso correlato.
In linea di massima una moodboard serve per l’esposizione al cliente e deve contenere in sé più dettagli possibili relativi al progetto.

Attraverso LA PRIMA CONSULENZA GRATUITA, si potranno definire gli ambienti della casa che saranno protagonisti dell’azione di Relooking e formulare cosi un budget di intervento.
Stabiliremo insieme una scelta di stile da seguire, ovviamente personalizzandola: moderno o classico, etnico, shabby, vintage, industrial… attraverso la definizione di colori e materiali da utilizzare.

Tutto questo ci aiuterà a creare la nostra MOODBOARD:
immagini, foto, campioni di tessuti, materiali e colori in modo da vedere il tutto nel suo insieme e visualizzare concretamente lo stile creato, la sua coerenza e un’idea generale del risultato finale del restyling dell’ambiente prescelto o dell’intera abitazione.

PERCHÉ USARE UNA MOODBOARD?

La MOODBOARD è qualcosa che ci fa capire, ci fa rendere conto di quali siano effettivamente le componenti (anche se ad un livello assolutamente non di dettaglio) che vogliamo utilizzare in un progetto.
Raccogliere elementi che siano legati al progetto stesso, al suo stile, alle sue caratteristiche (forme, texture, colori, tipografia).

Iniziare la progettazione con una moodboard è una buona idea per due motivi.

  1. Aiuta il designer. Soprattutto nelle fasi iniziali di creazione, la nostra testa è un turbine di idee, immagini e sensazioni. Siamo esaltati dall’inizio di un nuovo progetto ed è facile che la nostra mente tenda a vagare in direzioni diverse. Creare una moodboard ci aiuta a verificare che tutti gli elementi siano coerenti tra di loro e a eliminare quello che risulta di troppo.
  2. Aiuta il cliente. Una moodboard permette di presentare al cliente una prima visione dello stile e delle sensazioni che produrrà IL PROGETTO finito e a verificare che si sta procedendo nella direzione giusta prima di andare troppo avanti con il lavoro. In questo modo si evitano equivoci e si possono risolvere potenziali problemi prima che diventino più grandi, risparmiando frustrazione, tempo e denaro.
    Inoltre, coinvolge il cliente nel processo di creazione, includendo alcune delle sue preferenze personali, lo aiuta a sentirsi partecipe del progetto, tenere conto delle sue esigenze e del suo punto di vista.

PER MAGGIORI INFORMAZIONI CONTATTATEMI